previous arrow
next arrow
Slider

Il tempo in Abruzzo

 

Meteo Abruzzo

Fai una donazione

Area riservata

Soluzione-compromesso per la spiaggia di Marina di Alberese (GR)

marina_di_alberese_beach539

Dopo tante polemiche, il momento della distensione tra nudisti e l’Amministrazione.

Ieri, infatti, il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione presentata dai consiglieri Tei e Gabbrielli che impegna la giunta a ricercare un possibile accordo con l’associazione dei naturisti, che consenta di individuare un tratto di spiaggia in cui praticare la tintarella integrale.

Al Comune in questo caso spetterebbe solo di segnalare con un apposito cartello la presenza di nudisti in quel tratto di arenile. A questo punto la palla passa all’Amministrazione, che dovrà prendere contatti coi referenti dell’associazione per cercare un possibile accordo. Altrimenti tutto rimarrà come adesso anche perchè possibilità di mettere divieti non è consentito, così come non sarebbe possibile neppure autorizzare la pratica del nudismo.

Tei e Gabbrielli avevano predisposto anche un’altra mozione, che vietava in senso assoluto la pratica naturista lungo la costa grossetana, che però ieri è stata ritirata, vista la disponibilità del Consiglio a sostenere un possibile accordo tra le parti. Tei nel suo intervento ha ricordato l’origine della mozione, “nata - ha detto - per farci interpreti di un disagio espresso anche attraverso una petizione, dai frequentatori della spiaggia di Alberese”. Ha citato una direttiva del comitato del Parco della Maremma “che vieta la presenza di nudisti in spiaggia”. Negli anni sono stati sollevati anche diversi verbali “ma i giudici hanno sempre condannato chi li ha comminati“.

L’unica strada possibile sembra essere, dunque, quella di un accordo onorevole tra Amministrazione e naturisti che non impedisca la pratica, ma che nello stesso tempo “eviti promisquità e degenerazioni”. Con un accordo che consenta di individuare il tratto di spiaggia dove andare in costumi adamitici si salverebbero “capre e cavoli”, nel senso che “nè si autorizzerebbe nè si vieterebbe, ma ci si limiterebbe a segnalare”.

Per l’opposizione il sì alla mozione è stato espresso da Cesare Buonavia (Pdl), che si è detto favorevole a individuare una spiaggia per i nudisti, soprattutto in funzione turistica: “Tutto quello che può rappresentare un richiamo mi trova d’accordo”, ha detto. Riserve, invece, sono state espresse dalla presidente del Consiglio, Giovanna Stellini, che si è detta contraria - in caso di mancato accordo - ad un’ordinanza di divieto: “Il naturismo in sè non è un pericolo pubblico”.

Dal Corriere di Maremma del 09.10.2010

joomla templatesfree joomla templatestemplate joomla

Ricordi di naturista!

team1
team2
team3
team4
team5
team6
team7
team8
team9
team10
team11
team12
team12
team12
team12

Visite al sito

Oggi 1

Ieri 65

Ultima settimana 66

Ultimo mese 1129

Currently are 3 guests and no members online

Kubik-Rubik Joomla! Extensions

Scrivici

Back to Top