Il gioco  - FenaitRiporto integralmente un interessante editoriale pubblicato da Emanuele Cinelli per il sito “INudisti”.

Sto andando al lavoro e, come mio solito, ascolto l’autoradio: è accesa sul mio canale preferito e stanno parlando di un argomento serio, che nulla ha a che fare con il sesso, ma proprio nulla, eppure ad un certo punto scatta la battutina, lo scambio ironico (ma sarà poi proprio così ironico?) tra i due presentatori, un uomo e una donna, e non è che sia stato l’uomo ad iniziare, no, proprio no, è stata lei, la donna.
Mi fermo all’edicola per acquistare una rivista di finanza, come spesso accade oggi, insieme alla rivista c’è un gadget per forzare un aumento delle vendite e che gadget: un bellissimo calendario con … no, no, non con i top della finanza mondiale, bensì con le top della malizia e dell’ammiccamento, ovviamente seminude (se va beh, seminude, non è che venga lasciato molto alla fantasia, giusto giusto la vulva e, talvolta, i capezzoli) e in atteggiamenti provocatori.
Arrivo a scuola e davanti alla stessa un bel cartellone pubblicitario per una festa nel paese vicino, di contorno, anzi no, altro che contorno, sulla metà del cartellone campeggiano due belle veline con minicostume e sguardo malizioso.