Naturisti assolti a Porto Potenza  - Fenait

Belle, confortanti, piacevolissime notizie dalle Marche.
Il naturismo per l’ennesima volta è considerato non reato per i nostri giudici di pace.
Se ne renderanno conto, una volta per tutti anche i nostri cari bagnanti, oramai consapevoli dopo le informazioni avute dai nostri volantini, che si tratta di un modo di vivere tra i più pacifici e privi di ogni senso provocatorio, perchè si tratta proprio di uno stile di vita e null’altro, praticato da 20 milioni solo in Europa.
Utile per una educazione più sana e libera da falsi moralismi.
Purtroppo qualche volta sono pochi adulti con la oramai retorica frase: “Ci sono i bambini!!”..
Assolutamente fuori luogo: basti considerare di quante siano le famiglie di naturisti che frequentano spiagge e campeggi portandosi i loro piccini dove l’unico unico pensiero è quello di giocare con secchielli e palette, o farsi un tuffo in nudità in mare o in piscina, respirando o sentirsi accarezzare dalle semplici brezzoline, letture, bagni di sole e tanto ancora. Altro che diseducativo.
Le statistiche possono solo giocare a nostro favore, per un turismo portatore di benefici economici per il nostro paese, come già ne stanno godendo da tantissimi anni la Croazia, la Spagna, l’Austria, la Germania la Francia (Nazione più visitata dai turisti ma anche dai naturisti, con oltre 200 strutture pronti ad ospitarli),ecc.
E poi come disse Il nostro caro e purtroppo scomparso Lucio Dalla in una celebre canzone: “E stare nudo in mezzo a un campo e sentirsi addosso il vento, io non chiedo più di tanto, e se muoio son contento…” (Bastano pochi elementi della natura per poter vivere felici e sereni).
Vi auguro un piacevole proseguimento per una primavera estate sempre più all’insegna del quieto vivere.
.
Alessandro Nagni socio ANAB.(Associazione Naturista Abruzzese)